PAESAGGI di bellezza… paesaggi belli per l’essere umano. QUESTA COLLEZIONE di paesaggi vuol lasciar tracce dell’attrazione magnetica che la bellezza esercita in me. La bellezza è come l’aria che respiriamo: invisibile ma vitale. Guai se non ci fosse, moriremmo d’asfissia. Certo, respirare bellezza, oggi. è piuttosto arduo. L’uso e l’abuso del termine stesso “bellezza” nell’Occidente consumistico è una moda abbastanza diffusa, preoccupante e piuttosto sconcertante perché spesso ne svaluta il significato, quando non lo tradisce, confondendo i termini stessi dell’argomento trattato.

I paesaggi dell’orizzonte, illuminati da infinite albe e tramonti, sono imbevuti di morte e di vita come l’uomo e la donna che li guardano. I loro dolori, tanti; le loro gioie, poche e brevi. La sete di spazi infiniti e, insieme, il bisogno di una dimora tutta propria nella quale raccogliersi per non smarrirsi in luoghi sconosciuti, sembra interrogarli con il profeta: “Perché mai siamo usciti dal seno materno per vedere tormenti e dolore?” (Ger. 20, 18). La risposta soffia nel vento dei paesaggi, nella loro carezza…