Biografia

“Un’identità non si trova in superficie, e non è accessibile a chi fa sondaggi, e non è qualcosa che possa diventare un cliché. Non si ricava dalla media o da ciò che è tipico, ma da ciò che è nascosto e spesso da ciò che è più estremo. Non è fatta di ciò che muta ma di quelle qualità che permangono, a prescindere da ciò che muta, perché sono collegate alla realtà. Risiede in profondità. Nella sua interezza, è nota solo a Dio, ma tra coloro che la cercano, nessuno gli si avvicina tanto quanto l’artista”. (Flannery O’Connor in occasione del ritiro della pergamena Georgia Writers’ Association per il romanzo “The Violent Bear It Away”)

Autoritratto, olio su tela, cm 60x50

Autoritratto, olio su tela, cm 60×50 “In una calda giornata estiva…”

Ettore Goffi nasce a Montichiari (BS) il 16 aprile 1963; attratto dalla creatività fin da piccolo ne assorbe l’energia vitale grazie alla bellezza dell’ambiente famigliare in cui cresce. Il papà era un abile chitarrista e la mamma un’apprezzata scrittrice locale. Gli zii materni, inoltre, erano due discreti pittori attraversati dal realismo e dall’astrazione metafisica. Partito da Montichiari nel 1983, dopo aver vissuto sulle colline di Incisa Valdarno (FI), in Svizzera, in Sardegna, a Trento, a Mosca, a S. Pietroburgo e in Spagna consolida la sua creatività poliedrica a Parigi formandosi c/o “Les ateliers des beaux-arts” nei primi anni ‘90. Rientra in Italia nel 1996.

Laureato in Lingue e Letterature Straniere Moderne, è pittore, scrittore e professore di liceo. Le sue opere sono presenti in Svizzera, Francia, Ungheria, Spagna, Libano, Costa d’Avorio e, naturalmente, in Italia. Ha pubblicato saggi filosofici in ambito ispanico e interventi e saggi in ambito estetico: Ettore Goffi … infinito tu, infiniti noi… Pagnini Editore, Firenze, 2011, La Bellezza dischiusa, Prinp Editore, Torino, 2015, Di Cieli, arte… economia, Effatà Editrice, Torino, 2022. sono i titoli del secondo ambito d’interesse. Dal 1993 ha esposto in Italia e all’estero partecipando a biennali d’Arte Contemporanea, ad eventi e laboratori internazionali. Ha ideato e coordinato Traslazioni. Esperienze d’arte alla luce del carisma dell’unità (Verona, cripta inferiore di S.Fermo Maggiore, febbraio 2020).