spazio off Brescia

Inserita a Novembre 18, 2019

SPAZIO OFF – per rimanere accesi con il cervello naturale, il più bel giocattolo dell’uomo che non si perde…

DAL 22 OTTOBRE 2019 AL 22 GENNAIO 2020.    https://www.facebook.com/spazioff/

Un giocattolo che NON sviluppa la sua infinita potenzialità scrivendo solo con una tastiera e leggendo solo attraverso uno schermo che… ci scherma. Letteratura e pensiero sulla carta tornate a casa, dove siete? Colori e forme sulla tela tornate a interpretare il bello nel brutto! La rete ci risucchia nei suoi mulinelli …

La scrittura a mano è ritenuta una disciplina obsoleta e persino inutile dal momento che esistono le tastiere dei computer, oramai usati con padronanza da bimbi sempre più piccoli, a scuola e a casa, per scrivere, vedere video, comunicare: ma su quest’ultimo concetto si potrebbe aprire un baratro fra l’iperconnessione e la sempre più scarsa propensione a dialogare con l’altro.

Ai nostri giorni la scrittura dovrebbe tornare quale materia obbligatoria nelle scuole primarie per contrastare l’impoverimento linguistico generato dall’eccessivo uso dei computer e del web, che di suo già prevede composizioni limitate nelle battute e termini sempre meno ricercati, in ogni caso brutalmente contratti.

Alcuni esperti di diagnosi e recupero di bambini e adolescenti con difficoltà di letto-scrittura stigmatizzano come attualmente nelle scuole medie e superiori siano sempre meno i ragazzi che sappiano scrivere in corsivo, divenuto desueto in favore di un “raddrizzamento” delle lettere, più vicine nella loro composizione visiva a quanto si è abituati a vedere nella pubblicità e nella grafica. Probabilmente perché la scrittura è stata intesa sempre parcellizzata per quel che competeva le professioni a essa riconducibili: amanuensi, tipografi, calligrafi, type designer, grafologi e grafici.

Comments are closed.